qualche idea, due riflessioni e un bicchiere di vino. Anche su Twitter e Linkedin.

Quanto vale una startup in Italia?

March 5th, 2012 | In: startup | 24 Commenti »

Mi capita spesso di vedere startup di amici e conoscenti che stanno cercando di fare fundrasing e tentano il colpo del secolo con la valutazione premoney. Sparano una cifra alta pensando che poi, su quella, dovranno sicuramente trattare al ribasso e in ogni caso “sai mai che qualcuno ci possa cascare”.

C’è anche da considerare che il valore premoney è solo una piccola parte della trattativa che porta a raccogliere i fondi. Bisogna fare attenzione a non guidare la trattativa concentrati solo su questo valore, c’è un mondo che va affrontato e che contorna la valutazione (liquidation preference, eventuali earn-out, veti, percentuale di quota da destinare all’investitore, obiettivi da legare al business plan, ecc.).

Non c’è di certo una regola precisa per valutare una startup in ambito digitale ma ci sono delle linee guida che possono essere comunque prese in considerazione.

Di seguito c’è il mio personale criterio di valutazione che mi piacerebbe venisse integrato da altre idee e suggerimenti.

E’ un calcolo applicabile esclusivamente per startup in ambito digitale (web, mobile) e in Europa. Se volessimo utilizzarlo per startup americane dovremmo aggiungere un elemento per l’eventuale incubatore (con punteggio da 0 a 5) e un altro elemento per eventuali advisor o angel di peso già saliti a bordo della startup (punteggio da 0 a 5) e forse aggiungere un moltiplicatore nella fascia bassa del punteggio (sotto i 15 punti valutazione americana = valutazione europea * 1,5) e un altro moltiplicatore nella fascia alta dei punteggi.

Ho provato a confrontare le valutazioni che emergono da questo calcolo con diversi casi di startup finanziate nel corso dell’ultimo anno in Italia e di cui conosco il pre money a cui hanno chiuso il round. I risultati sono abbastanza in linea  con le evidenze del mercato.

Come calcolare il valore della startup?
Ad ogni elemento della lista che segue viene assegnato un punteggio che trovate tra le parentesi, prendiamo il punteggio per ogni singolo criterio di valutazione (team, prodotto, trazione, economics, dimensione del mercato) e confrontiamo il totale con con la tabella sulle valorizzazioni.

Team

  • Team con un solo fondatore e alla prima esperienza (1)
  • Team ben assortito (tech+webdesign+prodotto/marketing) senza precedenti esperienze imprenditoriali (2)
  • Team ben assortito con buone esperienze precedenti (4)
  • Team di veterani del digitale con aziende e exit di successo alle spalle  (7)
  • Top team, precedente IPO piuttosto che trade sale da 50+ milioni di Euro (10)

Prodotto

  • Solo un’idea (1)
  • Un’idea ben argomentata e con interviste sul campo che ne validano i principi (2)
  • Prototipo ben sviluppato in beta e visibile online (3)
  • Beta online da qualche mese e primi cicli di iterazione già compiuti (4)
  • Prodotto stabile e ben sviluppato (5)

Trazione

  • Nessuna (0)
  • Alpha privata con waiting list corposa e primi commenti positivi al servizio (2)
  • Beta pubblica con crescita stabile e costante (3)
  • Beta pubblica con crescita verticale (5)
  • Crescita esponenziale (8)

Economics

  • nessun ricavo (0)
  • primi ricavi senza particolare crescita (1)
  • ricavi all’inizio ma con crescita sensibile mese/mese (3)
  • ricavi stabili e in forte crescita (4)
  • ricavi in crescita esponenziale (6)

Dimensione del mercato potenziale

  • Solo mercato italiano in una nicchia. Total addressable market < 50 milioni di Euro (0)
  • Mercato internazionale in una nicchia. TAM > 250 milioni di Euro (1)
  • Solo mercato italiano. TAM > 250 milioni di Euro (2)
  • Mercato internazionale. TAM = 1 miliardo di Euro (4)
  • Mercato internazione. TAM > 1 miliardo di Euro (6)

Tabella sulle valorizzazioni pre money:

tra 1 e 4 punti 0 valore
tra 4 e 6 punti tra 100k e 300k Euro
tra 7 e 11 punti tra 400k Euro e 800k Euro
tra 12 e 15 punti tra 1 e 3 milioni di Euro
tra 16 e 18 punti tra 3 e 5 milioni di Euro
19-20 punti tra 6 e 10 milioni di Euro

Quali sono le vostre esperienze? Integrate liberamente nei commenti.

Di seguito il form che una volta compilato vi manda via email l’ipotetica valutazione della vostra startup basata sui criteri di cui sopra. Grazie a Luca Perugini per aver smanettato su Google Script e Docs.


24 Comments on “Quanto vale una startup in Italia?”

  1. 1 Max Ciociola said at 13:27 on March 6th, 2012:

    Grandissimo !
    chi si offre volontario a fare una Macro Excel così da creare un tool online ?
    ottimo post, condivido i criteri 100%
    abbraccio
    max

  2. 2 Luca Perugini said at 14:44 on March 6th, 2012:

    Sto elaborando lo spreadsheet su GDocs

    :-)

  3. 3 Andrea Barghigiani said at 14:52 on March 6th, 2012:

    Ci comunichi appena pronto il link al doc? Sono curioso di vedere se ho fatto i conti giusti per la mia idea :D

  4. 4 Luca said at 16:31 on March 6th, 2012:

    Molta aritmetica, condivisibile perché dà un metodo di valutazione e delle misure usabili.
    Per quel che sono le mie esperienze, fin qui, vissute o semplicemente osservate, suggerisco di mettere in elenco anche un po’ dell’ “emisfero destro del cervello”.

    Ad ogni modo, per agevolare il compito dei due colleghi qui sopra, sono pronto a far partire una startup che li metta d’accordo almeno sul tool da utilizzare (excel o gdocs?). :)

  5. 5 Stefano Sarli said at 17:21 on March 6th, 2012:

    Ciao a tutti,

    Ho creato un file excel che riassume gli input segnalati da Marco.

    Ecco il link:
    https://docs.google.com/open?id=0B3rWdx24PUfCaHRzWERxSUFURHViNUJBWVNHRk9TQQ

    Ciao
    Stefano

  6. 6 riccardo said at 17:41 on March 6th, 2012:

    noi stiamo a 5/6
    ;)

  7. 7 Carlo Alberto Degli Atti said at 18:36 on March 6th, 2012:

    Figo… grazie per il post… molto utile!
    (però non riesco a giocare con il doc che ha fatto Stefano… non lo posso editare e non riesco ad esportarlo (mi si apre una finestrella d’errore… :-(
    Mi sono accontentato di fare i conti a mente.. )

  8. 8 Andrea said at 19:27 on March 6th, 2012:

    Ottimo, 400-800€ :)
    il delta forse un po’ ampio.

  9. 9 Marco Montemagno said at 22:39 on March 6th, 2012:

    Ottima analisi

  10. 10 Luca Perugini said at 01:48 on March 7th, 2012:

    Pronto.

    GDocs con Form e risultato via mail

    Appena Marco valida, lo si pubblica. :-)

    Luca

  11. 11 Nicola Ballotta said at 12:58 on March 7th, 2012:

    Premoney 1-3 mil, non male :)

  12. 12 capobecchino said at 13:22 on March 7th, 2012:

    Premoney in linea con quella preventivata da noi, 1-3M … beh! direi che siamo allineati :)

    bel post complimenti ;)

  13. 13 Carlo said at 13:52 on March 9th, 2012:

    E abbastanza interessante questa formula ipothetica, e rispecchia un po le trattative nostre con i Business Angels e varii investori qui in Germani- ma noi andiamo a San Francisco dopo il Beta launch – perche qui molti pseudo Business Angels non hanno le palle ad investire in disrupt project prima di Beta o per precisare early stage phase.

    La Germania e l Italia hanno ancora molto da imparare dai stati uniti.
    Qui in Europa e troppo statico il modo di fare con start up e ancora troppo rigido.

    Saluti ba Berlin Valley

    Carlo

  14. 14 Daniel said at 14:32 on May 18th, 2012:

    Utile non solo per la valutazione ma anche per osservare in termini prescrittivi cosa migliorare prima di presentarsi ad angels e possibile partner.

  15. 15 Enrica said at 15:12 on May 18th, 2012:

    Interessante metodo di valorizzazione di una startup.

    Tra i vari punti delle differenti sezioni, a mio avviso vi possono essere dei livelli intermedi.
    Ad esempio la nostra startup si inserirebbe nella sezione “Prodotto” tra il punto 2 (idea ben argomentata e con interviste sul campo che ne validano i principi) ed il 3 (prototipo ben sviluppato in beta e visibile online), ossia con un prototipo, non online, in cui sono implementate le funzionalità principali, al fine di presentarsi da finanziatori con una base concreta su cui continuare a sviluppare.

  16. 16 Pietrobezza said at 11:57 on May 29th, 2012:

    grande marco! ottimo post.
    più o meno mi ritrovo con le valutazioni che vedo.
    Aggiungo anche altri quattro parametri che spostano il PM:

    - cosa l’investitore ha da offrire oltre i soldi
    - competition sul deal
    - quali altri investitori sono a bordo (social proof e capacità di follow on)
    - burning rate

  17. 17 Ivano Greco said at 18:00 on June 12th, 2012:

    Il nostro pre-money e’ 12 quindi fra 1 e 3 M€ un po troppo, ho tarato a €. 800k

  18. 18 Michele Orsi said at 11:37 on July 13th, 2012:

    Wow!!!! ..
    Per noi invece il calcolo che viene fuori da questo e’ molto piu’ alto di quello che stiamo chiedendo: siamo nella forbice 16-18 .. ma anche nel caso in cui sia stato troppo ottimista anche 12-15 e’ piu’alto di quanto ci aspettavamo!

  19. 19 Startup Round-up – Quanto vale una startup in Italia? – Commercialista.com Extra said at 16:12 on November 16th, 2012:

    [...] A questa difficoltà, però, cerca di rispondere Marco Montemagno con il suo personale metodo in questo articolo di qualche mese fa che troviamo molto interessante: Quanto vale una startup in Italia? [...]

  20. 20 Donato Mangialardo said at 18:54 on January 28th, 2013:

    Non capisco come “Un’idea ben argomentata e con interviste sul campo che ne validano i principi” sia seconda su 5 come valutazione. E’ l’unica che esplicitamente parla di “interviste” (con buyers potenziali immagino). Come se l’avanzamento della “bontà” del prodotto (Product/Market fit) sia proporzionale allo stato di sviluppo del prodotto a sè stante – che è un tipico errore letale da startup. O forse ho interpretato male la scala?

  21. 21 Vincenzo said at 12:56 on February 21st, 2013:

    Secondo me manca una voce: 1 solo fondatore con esperienza solida.

  22. 22 Gianluca Valentini said at 11:23 on July 2nd, 2014:

    Marco,

    Per qualcosa di simile ma in chiave più avanzata, che ne pensi di equidam.com (ne sono creatore)?

  23. 23 Antonello Centomani said at 12:32 on July 6th, 2014:

    Manca una voce molto importante e in costante crescita come fattore di valutazione: lo SROI

  24. 24 Startup Round-up - Quanto vale una startup in Italia? - Commercialista.com said at 10:09 on August 13th, 2015:

    [...] A questa difficoltà, però, cerca di rispondere Marco Magnocavallo con il suo personale metodo in questo articolo di qualche mese fa che troviamo molto interessante: Quanto vale una startup in Italia? [...]


Leave a Reply